Strumenti Utente

Strumenti Sito


db:malacologia

Malacologia

Approfondimenti

Info

Quest'argomento non è collegato ad altri approfondimenti correlati. Si consiglia, in ogni caso, di controllare sempre [ l'Indice ] degli Approfondimenti

Questa pagina è solo improntata in attesa di completamento da parte dei Collaboratori. Se sei interessato a collaborare attivamente con Extrapedia, leggi come fare [ Collabora ]

La Malacologia è il ramo della Zoologia degli invertebrati che si occupa dello studio dei molluschi, il secondo più grande phylum di animali in termini di specie descritte dopo gli artropodi. I molluschi includono lumache, vongole, polpi e calamari, e numerosi altri tipi, molti dei quali hanno conchiglie. Una divisione di Malacologia, Conchiliologia, è dedicata allo studio dei gusci di molluschi.

I campi nell'ambito della ricerca malacologica includono la Tassonomia, l'Ecologia e l'Evoluzione. La Malacologia applicata studia applicazioni mediche, veterinarie e agricole, per esempio molluschi come vettori di malattie, come nella schistosomiasi.

L'Archeologia impiega la Malacologia per comprendere l'evoluzione del clima, il biota della zona e l'uso del sito.

Nel 1681, Filippo Bonanni scrisse il primo libro mai pubblicato prima che riguardasse esclusivamente conchiglie, conchiglie di molluschi marini. Il libro era intitolato: “Ricreatione dell'occhio e dela mente nell'oservazione 'delle Chiociolle, proposta a' curiosità delle opere della natura”. Nel 1868 fu fondata la Società Malacologica tedesca.

I metodi zoologici sono usati nella ricerca malacologica. Metodi di campo malacologico e metodi di laboratorio (come raccolta, documentazione e archiviazione e tecniche molecolari) sono stati riassunti da Sturm et al. 1)


Qualora alcuni link non funzionassero, si prega di comunicarlo allo Staff - staff@extrapedia.org


1)
Charles F. Sturm, Timothy A. Pearce, Ángel Valdés (luglio 2006) - “I Molluschi”
db/malacologia.txt · Ultima modifica: 13/04/2019 16:06 (modifica esterna)