Strumenti Utente

Strumenti Sito


db:psicologia_del_traffico

Psicologia del traffico

Approfondimenti

Info

Quest'argomento non è collegato ad altri approfondimenti correlati. Si consiglia, in ogni caso, di controllare sempre [ l'Indice ] degli Approfondimenti

Questa pagina è solo improntata in attesa di completamento da parte dei Collaboratori. Se sei interessato a collaborare attivamente con Extrapedia, leggi come fare [ Collabora ]

La Psicologia del traffico è una disciplina della Psicologia che studia la relazione tra i processi psicologici e il comportamento degli utenti della strada. In generale, la Psicologia del traffico si propone di applicare gli aspetti teorici della psicologia al fine di migliorare la mobilità del traffico, contribuendo a sviluppare e applicare contromisure per gli incidenti, nonché orientando i comportamenti desiderati attraverso l'educazione e la motivazione degli utenti della strada. 1)

Il comportamento è spesso studiato insieme alla ricerca sugli incidenti al fine di valutare le cause e le differenze nel coinvolgimento degli incidenti. 2) Gli psicologi del traffico distinguono tre motivazioni del comportamento del guidatore: comportamento ragionato o pianificato, comportamento impulsivo o emotivo e comportamento abituale. Inoltre, sono utilizzate le applicazioni sociali e cognitive della psicologia, le campagne educative sulla sicurezza stradale e anche i programmi terapeutici e di riabilitazione. 3)

Le ampie teorie della cognizione, 4) la psicologia degli aspetti sensomotorio e neurologico sono applicate anche nel campo della Psicologia del traffico. Gli studi su fattori quali l'attenzione, la memoria, la cognizione spaziale, l'inesperienza, lo stress, l'ebbrezza, gli stimoli distrattivi/ambigui, l'affaticamento e compiti secondari come le conversazioni telefoniche sono utilizzati per comprendere e investigare l'esperienza e le azioni degli utenti della strada. 5)


Qualora alcuni link non funzionassero, si prega di comunicarlo allo Staff - staff@extrapedia.org


1) , 2)
T Rothengatter (1997) - “Aspetti psicologici del comportamento degli utenti della strada”
3)
C Goldenbeld, PBM Levelt, J Heidstra (2000) - “Prospettive psicologiche su come cambiare l'atteggiamento e il comportamento dei conducenti”
4)
D Regan (1993) - “Dissociazione delle soglie di discriminazione per il tempo di contatto per il tasso di espansione angolare”
5)
LM Trick, JT Enns, J Mills, e J Vavrik (2004) - “Prestare attenzione al volante: un quadro per studiare il ruolo dell'attenzione nella guida”
db/psicologia_del_traffico.txt · Ultima modifica: 13/04/2019 16:06 (modifica esterna)