Strumenti Utente

Strumenti Sito


db:chimica_del_prodotto_naturale

Chimica del prodotto naturale

Approfondimenti

Info

Quest'argomento non è collegato ad altri approfondimenti correlati. Si consiglia, in ogni caso, di controllare sempre [ l'Indice ] degli Approfondimenti

Questa pagina è solo improntata in attesa di completamento da parte dei Collaboratori. Se sei interessato a collaborare attivamente con Extrapedia, leggi come fare [ Collabora ]

Un prodotto naturale è un composto chimico o una sostanza prodotta da un organismo vivente, cioè presente in natura. Nel senso più ampio, i prodotti naturali includono qualsiasi sostanza prodotta dalla vita. 1) I prodotti naturali possono anche essere preparati mediante sintesi chimica (sia di semisintesi che di sintesi totale) e hanno svolto un ruolo centrale nello sviluppo del campo della Chimica organica fornendo obiettivi sintetici stimolanti. Il termine prodotto naturale è stato anche esteso a fini commerciali per riferirsi a cosmetici, integratori alimentari e alimenti prodotti da fonti naturali senza ingredienti artificiali aggiunti.

Nel campo della Chimica organica, la definizione di prodotti naturali è solitamente limitata a composti organici purificati medi, isolati da fonti naturali prodotte dalle vie del metabolismo primario o secondario. 2) Nel campo della Chimica farmaceutica, la definizione è spesso ulteriormente limitata ai metaboliti secondari. 3) I metaboliti secondari non sono essenziali per la sopravvivenza, ma forniscono comunque organismi che li producono per un vantaggio evolutivo. 4) Molti metaboliti secondari sono citotossici e sono stati selezionati e ottimizzati attraverso l'evoluzione per utilizzarli come agenti di “guerra chimica” contro prede, predatori e organismi concorrenti. 5)

I prodotti naturali a volte hanno benefici terapeutici come farmaci tradizionali per il trattamento delle malattie, e producono conoscenze per componenti attivi come composti di piombo per la scoperta di nuovi farmaci. 6) Sebbene i prodotti naturali abbiano ispirato numerosi farmaci approvati, il loro sviluppo da fonti naturali ha ricevuto un calo d'attenzione da parte delle aziende farmaceutiche, in parte a causa di accesso e offerta inaffidabili, preoccupazioni relative alla proprietà intellettuale, variabilità stagionale o ambientale della composizione, e perdita di fonti a causa dell'aumento dei tassi di estinzione.


Qualora alcuni link non funzionassero, si prega di comunicarlo allo Staff - staff@extrapedia.org


1)
Samuelson G (1999) - “Farmaci di origine naturale: un libro di testo di Farmacognosia”
2)
Hanson JR (2003) - “Prodotti naturali: il metabolita secondario” . Cambridge: Royal Society of Chemistry
3)
Williams DA, Lemke TL (2002) - “Capitolo 1: Prodotti naturali”
4)
Maplestone RA, Stone MJ, Williams DH (giugno 1992) - “Il ruolo evolutivo dei metaboliti secondari - una revisione”
5)
Hunter P (settembre 2008) - “Sfruttare la saggezza della natura, rivolgendosi alla natura per l'ispirazione ed evitando le sue follie”
6)
Li JW, Vederas JC (luglio 2009) - “Scoperta di farmaci e prodotti naturali: fine di un'era o di una frontiera senza fine?”
db/chimica_del_prodotto_naturale.txt · Ultima modifica: 13/04/2019 16:04 (modifica esterna)