Strumenti Utente

Strumenti Sito


db:linguistica_storica

Linguistica storica

Approfondimenti

Info

Quest'argomento non è collegato ad altri approfondimenti correlati. Si consiglia, in ogni caso, di controllare sempre [ l'Indice ] degli Approfondimenti

Questa pagina è solo improntata in attesa di completamento da parte dei Collaboratori. Se sei interessato a collaborare attivamente con Extrapedia, leggi come fare [ Collabora ]

La Linguistica storica, detta anche linguistica diacronica, è lo studio scientifico del cambiamento della lingua nel tempo. I principali interessi della Linguistica storica includono:

  • Descrivere e tenere conto dei cambiamenti osservati in determinate lingue.
  • Ricostruire la preistoria delle lingue e determinarne la relazione, raggruppandole in famiglie linguistiche (Linguistica comparativa).
  • Sviluppare teorie generali su come e perché sono avvenuti i cambiamenti linguistici.
  • Descrivere la storia delle comunità linguistiche.
  • Studiare la storia delle parole, cioè l'Etimologia

La Linguistica storica moderna, occidentale, risale alla fine del XVIII secolo. Nacque dalla precedente disciplina della Filologia, 1) dallo studio di testi antichi e documenti risalenti all'antichità.

In un primo momento, la Linguistica storica è stata la pietra angolare della Linguistica comparativa principalmente come strumento per la ricostruzione linguistica. Gli studiosi si occupavano principalmente di stabilire famiglie linguistiche e di ricostruire proto-linguaggi preistorici, usando il metodo comparativo e la ricostruzione interna. Il focus era inizialmente sulle ben note lingue indoeuropee, molte delle quali avevano una lunga storia scritta; gli studiosi hanno anche studiato le lingue uraliche, un'altra famiglia linguistica europea meno precoce. Da allora, c'è stato un significativo lavoro linguistico comparativo che si è espanso anche al di fuori delle lingue europee, come nelle lingue austronesiane e in varie famiglie di lingue dei nativi americani. La Linguistica comparativa, tuttavia, ora è solo una parte di una disciplina della Linguistica storica più ampiamente concepita. Per le lingue indoeuropee, lo studio comparativo è ora un campo molto specializzato. La maggior parte della ricerca è svolta sullo sviluppo successivo di queste lingue, in particolare sullo sviluppo delle varietà standard moderne.

Alcuni studiosi hanno intrapreso studi nel tentativo di stabilire super-famiglie, collegando, per esempio, indoeuropeo, uralico e altre famiglie in Nostratico. Questi tentativi non sono stati accettati ampiamente. Le informazioni necessarie per stabilire la relazione diventano meno disponibili man mano che aumenta la profondità temporale che è limitata dalla somiglianza di parole casuali e variazioni tra gruppi linguistici, in un arco limite di circa 10.000 anni. 2) Anche la datazione delle varie proto-lingue è difficile; sono disponibili diversi metodi per la datazione, ma è possibile ottenere solo risultati approssimativi.


Qualora alcuni link non funzionassero, si prega di comunicarlo allo Staff - staff@extrapedia.org


1)
Lyle Campbell (1998) - “Linguistica storica: un'introduzione” - Edinburgh university Press
2)
P Baldi (2012) - “Linguistica storica e scienze cognitive”
db/linguistica_storica.txt · Ultima modifica: 13/04/2019 16:06 (modifica esterna)